Case e ambiente: la sostenibilità a portata di mano

I temi della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica degli edifici hanno assunto una grande importanza negli ultimi anni. L’edilizia, attualmente responsabile del 40% delle emissioni di CO2, sta adottando un approccio sempre più “green” e sostenibile, che tiene conto dell’intera realizzazione dell’edificio: dalla scelta dei materiali edili, alla tecnica costruttiva, fino alla tipologia degli impianti. L’obiettivo è quello di costruire “edifici a energia quasi zero” (NZEB – Nearly Zero Energy Building), ovvero case ad alte prestazioni energetiche e a limitato impatto ambientale, orientate alla sostenibilità e che utilizzino l’energia proveniente da fonti naturali e rinnovabili.

Quali sono le soluzioni che permettono di realizzare una casa ecologica?

 

L’acciaio

Per la sostenibilità in ambito edilizio è fondamentale scegliere materiali innovativi, certificati e a basso impatto ambientale, capaci di ridurre al minimo le emissioni derivanti dall’estrazione delle materie prime, dalla lavorazione, dall’utilizzo e dallo smaltimento.

Grazie al suo ridotto impatto ambientale in tutto il suo ciclo di vita l’acciaio è considerato il materiale sostenibile per eccellenza.

La sua leggerezza consente di produrre le varie componenti in officina, per poi assemblarle facilmente in cantiere, senza la necessità di attrezzature per il sollevamento e la movimentazione, limitando così i trasporti e i rifiuti di cantiere. Inoltre, a parità di resistenza, le costruzioni in acciaio necessitano di un quantitativo di materiale inferiore a quelle tradizionali, riducendo al minimo gli sprechi di materiale. Questi fattori comportano una riduzione delle emissioni di CO2: produzione e assemblaggio dell’acciaio rappresentano meno del 3% delle emissioni nazionali.

La caratteristica di essere riciclabile al 99% e all’infinito, mantenendo inalterate le proprietà meccaniche, rende l’acciaio una “risorsa permanente”, perché permette di ridurre l’impiego di materie prime e realizzare edifici più sostenibili. Di conseguenza, l’acciaio è più duttile ed ecosostenibile rispetto ai materiali tradizionali (come il calcestruzzo), che richiedono invece elevati consumi di energia per lo smaltimento degli scarti di produzione e quindi un maggior inquinamento e un ciclo di vita molto breve.

 

 

Il sistema costruttivo a secco

Le strutture in acciaio, a differenza del pacchetto strutturale tradizionale dotato solamente della coibentazione esterna, consentono di applicare materiali isolanti sia all’esterno che all’interno della struttura, garantendo un maggior isolamento termoacustico e, di conseguenza, una migliore vivibilità degli ambienti interni. Il doppio coibente favorisce il mantenimento di una temperatura costante all’interno dell’abitazione, riducendo il rischio di ponti termici e dispersioni di calore, ottimizzando l’efficienza degli impianti di climatizzazione. I materiali isolanti più utilizzati sono la lana di roccia e la lana di legno, che massimizzano l’efficienza energetica grazie ai loro elevati standard di conducibilità termica. A questi si aggiungono la fibra di cocco, il sughero e la canapa, materiali naturali ideali per la realizzazione di case ecologiche. Inoltre, la struttura in acciaio non conduce umidità e, a differenza di quelle in cemento e in legno che sono soggetto al cosiddetto “effetto spugna”, garantisce ambienti salubri e privi di umidità.

Dunque, il sistema costruttivo a secco con struttura in acciaio assicura un elevato isolamento termico, che, a parità di comfort abitativo, si traduce in minori consumi e massimizzazione dell’efficienza energetica della propria abitazione, con una conseguente riduzione delle emissioni di CO2 e aumento del risparmio.

 

Pannelli fotovoltaici e pompa di calore

L’installazione di sistemi di climatizzazione, sia estiva che invernale, che sfruttano energie naturali e rinnovabili consente di avere case ecosostenibili senza rinunciare a comfort e performance. L’integrazione tra i pannelli fotovoltaici e la pompa di calore è la soluzione ideale per risparmiare sui consumi e raggiungere l’autonomia energetica. A differenza degli impianti tradizionali, soggetti all’aumento dei costi energetici e al rischio di esaurimento dei combustibili fossili, tale sistema di climatizzazione ha un ridotto impatto ambientale, a parità di efficienza energetica.

I pannelli fotovoltaici possono essere dotati di una batteria di accumulo, in cui l’energia solare viene immagazzinata e convertita in elettricità, per essere distribuita alla rete domestica in un momento diverso da quello di produzione, come ad esempio la notte. In questo modo si azzera la bolletta dell’energia elettrica, sfruttando al massimo il rendimento dell’energia solare.

La pompa di calore è un impianto di condizionamento ecosostenibile, che sfrutta l’aria esterna per riscaldare o raffreddare gli ambienti interni della casa. Inoltre, grazie all’installazione di un bollitore, la pompa di calore può produrre acqua calda sanitaria, eliminando definitivamente l’uso della caldaia.

Alimentando la pompa di calore con l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici è possibile vantare di una soluzione energetica totalmente ecosostenibile e autonoma.

Le soluzioni per migliorare l’efficienza energetica di una casa sono molteplici e riguardano diversi ambiti. Tuttavia, per realizzare una casa “a energia zero”, che utilizza fonti rinnovabili per massimizzare le prestazioni energetiche e minimizzare i consumi e l’impatto ambientale, non è sufficiente applicare una sola soluzione, ma bisogna integrare materiali, sistema costruttivo e impiantistica. Per questo motivo, è indispensabile affidarsi a un unico interlocutore, esperto e competente, capace di affiancare le persone durante l’intero percorso, per garantire le soluzioni migliori e più efficienti.

I vantaggi delle costruzioni in acciaio!
Scarica gratuitamente

Autore – Simone Gastaldello
È un architetto italiano. Attivo a livello internazionale, guida con i suoi partner un team di professionisti con cui svolge attività di progettazione e realizzazione in ambito architettonico, urbanistico, del paesaggio e nel settore dell’Interior design. Appassionato del dettaglio, ha sempre saputo far convivere la capacità di vedere e immaginare nuovi orizzonti di bellezza, di prospettiva, di spazio con la concretezza di declinare tutto questo dentro le esigenze delle persone e dell’armonia.

Menu